Prestito tra amici e parenti: come fare?

Written by comproerisparmio

Mar 20, 2021

20 Marzo 2021

Home 5 Banche 5 Prestito tra amici e parenti: come fare?

Il prestito tra amici o prestito infruttifero è un tipo di passaggio di denaro che avviene quando tra chi presta il denaro (creditore) e chi lo riceve (debitore) vi è un rapporto di amicizia e di fiducia oppure di parentela. Questo tipo di operazione economica può derivare da una esigenza del debitore talmente grave da non poter essere rimandata oppure da un altro tipo di necessità.

Prestito tra amici e prestito tra parenti: meglio fare una scrittura privata.
Qualsiasi tipo ti operazione finanziaria andrebbe definita tramite scrittura privata. È una garanzia per ambedue le parti poiché copre e giustifica lo spostamento di denaro.

Registrazione del prestito tra privati

Come si registra un prestito infruttifero o tra privati? Bisogno seguire delle semplici regole che proteggono e assicurano una validità giuridica all’atto. La registrazione del prestito tra privati, di fatto, rende l’evento legale e ufficiale a tutti gli effetti.

Il passaggio di denaro deve essere tracciato e, per ragioni di convenienza di entrambe le parti, deve essere regolato da alcuni dati. In particolare deve essere chiaro – e possibilmente conservato per tutta la durata – quanto segue:

  • Data di erogazione del prestito. In caso di bonifico fa fede la data di accredito nel conto del debitore.
  • Somma.
  • Tipo di passaggio: bonifico, assegno o – per piccoli importi – contanti.
  • Interessi. Il prestito può prevedere interessi purché siano in linea con il tasso legale corrente e, ovviamente, sotto il limite penale dell’usura. I presti a interessi zero si definiscono prestiti infruttiferi.
  • I dati dei soggetti interessati. Nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza e codice fiscale.

Per questo motivo è bene stipulare e sottoscrivere un accordo tramite scrittura privata. La stessa può essere inviata dal creditore al debitore, o viceversa, tramite lettera PEC, per certificarne la data di stipula ed evitare, in caso di controlli da parte del Fisco, eventuali accuse di anteriorità del documento.

Notaio? Non necessario

Per quanto concerne il Notaio, non è necessario utilizzare i servizi notarili per la registrazione, anche perché questa operazione può comportare costi e spese non indifferenti.

Il prestito tra amici è legale?

Sì, prestare soldi a un amico o un parente è assolutamente legale purché sia formato in accordo alle vigenti leggi. È bene avere una copia con datazione certa degli accordi che intercorrono tra le parti in modo tale da escludere qualsiasi altro motivo che possa aver spostato il denaro: l’esempio tipico è il pagamento in “nero” di prestazioni di lavoro.

Dal punto di vista legale, i rapporti che regolano lo scambio infruttifero di soldi tra amici o parenti è regolato dagli articoli 1322 e 1813 del Codice Civile. Essi regolano le modalità di rientro e perfino il tasso di interessi massimo che, eventualmente, si può applicare.

Interessi legali

Durante la stipula degli accordi è possibile definire gli eventuali interessi da calcolare in base alla somma prestata e al tempo totale di restituzione della cifra. Secondo le attuali leggi, per qualsiasi tipo di intervento finanziario gli interessi su un credito non possono mai superare una certa soglia, altrimenti si incorre nel reato penale di usura. Normalmente, gli interessi applicati sono irrisori se non del tutto assenti: un prestito con guadagno tradisce, almeno moralmente, l’idea di sostentamento di un amico o un parente in difficoltà.

Passaggio tracciato del denaro

Qualsiasi passaggio di denaro va tracciato, anche in ottemperanza alle vigenti leggi. Il creditore dovrebbe disporre, a favore del ricevente, la cifra tramite bonifico bancario oppure tramite assegno. Per evitare litigiosità che possono subentrare anche tramite l’intervento degli eredi è necessario poter dimostrare che tanto la cessione quanto il rimborso siano avvenuti tramite gli stessi canali. Le piccole cifre possono essere restituite e “certificate” tramite la firma e la controfirma di una quietanza.

Modello di documento per prestito

Un modello di documento per prestito tra parenti o amici deve ripotare i seguenti elementi:

  • Data del documento.
  • Luogo.
  • Anagrafica dei soggetti coinvolti: chi presta il denaro e chi lo riceve.
  • Importo del denaro prestato.
  • Modalità di trasferimento. Meglio se tracciate.
  • Eventuali interessi da corrispondere a colui che presta il denaro.
  • Tempo massimo (o minimo) per la restituzione del denaro.
  • Numero di rate eventuali.
  • Firme leggibili dei soggetti.

Articoli colllegati

Patente ritirata, è possibile guidare per una emergenza?

Patente ritirata, è possibile guidare per una emergenza?

La domanda è questa: è possibile guidare con la patente ritirata a causa di una emergenza, ad esempio per recarsi all'ospedale? La patente ritirata, ed è facile comprenderlo, in linea teorica non permette di guidare alcun mezzo. Esistono delle situazioni per le quali...

Schema Ponzi, come riconoscerlo per evitarlo

Schema Ponzi, come riconoscerlo per evitarlo

Lo schema Ponzi prende il nome da un sistema escogitato dall'Italiano Charles Ponzi attraverso il quale sarebbe possibile ottenere ingenti guadagni con un semplice sistema di affiliazione. In questo schema sono presenti uno o più nodi che rappresentano dei vertici di...

Messaggio su pacco trattenuto? È una truffa

Messaggio su pacco trattenuto? È una truffa

Hai ricevuto un messaggio di testo o WhatsApp che ti invita a cliccare su di un link simile a questo? Salve NOME, il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione. Si prega di eseguire le istruzioni presenti qui. -- LINK -- Se non sai cosa sia,...

0 Comments

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: