È una bella domanda: conviene comprare online o locale? Amazon, eBay e tanti altri e-commerce sono, di fatto, dei colossi inarrestabili. Da diversi anni dominano il mercato degli acquisti online e permettono all’utente di ottenere dei prodotti a prezzi, spesso, molto bassi. È possibile acquistare di tutto: dall’elettronica, ai prodotti d’igiene e perfino prodotti alimentari.

Come se non bastasse, nei negozi online è quasi sempre possibile trovare delle offerte. Ad esempio, in questi giorni, è possibile comprare con le promozioni del black friday un vasto catalogo di articoli.

Nonostante ciò, in molti casi, può essere conveniente acquistare localmente, sia dalla grande distribuzione, sia dal classico ed eterno “piccolo negozio”

Possibilità di visione

La possibilità di visionare un articolo e vedere come è costruito, quanto sembra solido e perfino la grandezza dello stesso è – di certo – un vantaggio che nessuno shop online potrà mai fornire. In qualsiasi negozio la merce è esposta, il prezzo è chiaro ed è possibile parlare e chiedere informazioni agli addetti o ai collaboratori.
Questo rappresenta un vantaggio enorme rispetto all’acquisto online. Basti, ad esempio, pensare all’acquisto di un vestito che può essere visto e perfino provato.
È vero, i negozi online sono obbligati a garantire il diritto di recesso, che permette la restituzione e il rimborso (a esclusione delle spese di trasporto) qualora l’articolo non fosse di gradimento entro 14 giorni.

Recensioni false

Qual è il metro di valutazione della convenienza o dell’affidabilità di un prodotto venduto online? Senza dubbio la bontà delle recensioni e delle relative “stelle” assegnate allo stesso. È vero che questo parametro è un buon indicatore, ma è anche vero che spesso le recensioni possono essere alterate in positivo o in negativo.

Ad esempio, un venditore scorretto potrebbe “acquistare” delle recensioni positive promettendo agli acquirenti sconti o, come spesso accade, regalando l’oggetto. Il prodotto, in questo caso, può sembrare migliore di quello che in realtà è.

Come se ciò non bastasse, potrebbe accadere anche il contrario. Ad esempio, un oggetto potrebbe essere recensito in modo negativo da utenti vicini alla “concorrenza”. Questo comportamento è, ovviamente, considerato al pari di un reato e può essere un problema per la credibilità di un prodotto e dell’intera azienda.

Conclusioni

A conti fatti acquistare online oppure acquistare da un negozio tradizionale rappresenta una esperienza che, in linea teorica, si equivale. Alcuni, affezionati, utenti non tradiranno mai il proprio negoziante di fiducia, mentre altri preferiscono affidarsi all’online, magari tentati da qualche piccolo importo risparmiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *